Simone Cocciarelli

Gli amici dell'Inedito Letterario > GLI AMICI ARTISTI > Simone Cocciarelli

Simone Cocciarelli

Simone Cocciarelli in arte “occhiounico”, nato il 06/08/1974 a Pontedera Pisa, nasco come ritrattista e solo in secondo momento mi sono dato questo pseudonimo, per il modo, singolare secondo me, di analizzare, interpretare e trasformare in forma illustrativa e pittorica, emozioni e sensazioni dinamiche scoperte giornalmente uscendo da quel contesto “irreale” in cui viviamo…basti provare a chiudere gli occhi un solo minuto. Cerco di trarre ispirazione non solo dal mio pensiero, ma di cercare un connubio di idee grazie anche all’empatia di persone che si incrociano durante il cammino artistico, potendole sviluppare a partire dalla tecnica della grafite, passando per i gessetti a sfumare, toccando i pennarelli, matite fino ad arrivare alla pittura ad acrilico. Un vero insieme di tecniche di utilizzo che danno luogo a vari tipi di sperimentazione. Puro godimento. Questa forma di pensiero artistico non nasce a caso, la strada è stata segnata nel 2016 quando decisi di riprodurre appunto un ritratto dei miei figli Rachele e Leonardo mentre mi trovavo all’ ospedale Meyer di Firenze per eseguire la terapia settimanale su mia figlia Rachele affetta da patologia rara, poi è stato un susseguirsi di molti lavori anche su commissione, per arrivare anche ad una produzione di t-shirt in cotone organico con i miei disegni cercando quindi di rispettare il più possibile i criteri  naturalistici che ci circondano. Non sapevo dove sarei arrivato anche perché la mia dote era nascosta da molti anni dietro una cortina di fumo, era presente ma non la vedevo e non la concepivo quasi, guardavo tutto ciò che stava fuori da me di poco naturale e non avevo ancora imparato a guardarmi dentro, adesso sono arrivato ad un punto che vengo guidato più dal cuore che dalla mano che disegna, essa traccia solo su sua indicazione e grazie a questo può regalare forti emozioni a colui che abbia possibilità di vedere le opere. Sono felice perché è come se avessi intrapreso un cammino alla ricerca di nuovi paesaggi ed orizzonti da scoprire, raggiunto uno, in lontananza ne vedo subito un altro da voler toccare, capire e godere e il mio desiderio maggiore è quello di poter lavorare nel campo artistico a pieno regime, in ogni forma, e anche in collaborazione perché credo molto nelle sinergie di gruppo. Ogni tanto mi diletto nella scrittura dedicandomi a filastrocche e favole, principalmente per bambini, sempre ispirandomi a concetti vissuti quotidianamente. Adoro la buona cucina sana e genuina, gli odori i sapori di ogni regione del nostro splendido paese e amo cucinare i prodotti locali, ho la passione del nuoto ad alto livello che mi aiuta a comunicare positivamente col mio corpo e grazie a questo mi rende una vita più agile a tavola, organizzo eventi benefici ogni anno in relazione alla vita che mi è stata donata per aiutare anche quelle associazioni, oltre che per la gestione di Rachele, che pensano ad alleviare i duri momenti difficili vissuti quotidianamente dalle famiglie aventi figli diversamente abili. Ci sono e ci saranno i momenti molto duri ma mi basta pensare a tutto ciò che di positivo si può trovare, dagli affetti alle amicizie alla strada che sto percorrendo.  

 

 

 

 

Corda

Cristal

Emozioni

Gioiellino

Iride

Le Mat

Long

Profilo

Rachele

Sguardo

Silenzio

Spaventa

Super

Vita